Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di più o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all’uso di tutti i cookie
In Primo Piano >> Concluse Le Giornate Fai di Primavera


Grande soddisfazione per aver contribuito alla formazione degli apprendisti ciceroni e alla riuscita della XXVI edizione delle Giornate di Primavera del Fai a Curinga.

Un particolare ringraziamento a tutte le scuole partecipanti dell’hinterland lametino e catanzarese.

I siti scelti dalla Delegazione Fai di Catanzaro sono stati presidiati dagli studenti del Liceo Classico Fiorentino di Lamezia Terme (prof.ssa Giuliana De Fazio), Liceo Classico Galluppi di Catanzaro (professoresse Iuliano e Verri), del Liceo Scientifico Fermi di Catanzaro (professoressa Celi), Liceo Scientifico Siciliani di Catanzaro (professori Anania  F. Ferraro e Zolea), I.T.C. De Fazio di Lamezia Terme (professoresse  E. Sestito, E. Maiolo e F. Sdanganelli), Istituto Comprensivo Casalinuovo di Catanzaro  (professoresse I. Agosto, G. Stanizzi, M. Armani e I. Giampà) , Istituto Comprensivo Marconi di Curinga (professoresse Annarita Panzarella e G. Vono), Istituto Comprensivo Sabatini di Borgia (professoresse E. Giampà e M. D’Urso).

Gli “apprendisti ciceroni” hanno trasmesso tutto il fascino dei luoghi, hanno emozionato, dimostrato di essere veri paladini del loro territorio e di voler partecipare al processo di conoscenza e divulgazione delle risorse presenti.

Un grazie di cuore a loro per la serietà e l’impegno, per tutta la passione che fanno vedere. E come non dimenticare per la preziosa collaborazione i dirigenti, i tutors e i genitori degli allievi.

 “Quello del Fai è un ruolo sociale, una presenza attiva e virtuosa in una realtà difficile”, ha sostenuto Gennaro Cosentino a Curinga e questo  arricchisce l’immenso grazie alla Presidente regionale Annalia Paravati e alla presidente della Delegazione di Catanzaro Gloria Samà per la scelta.
Ci auguriamo di poter ospitare ancora iniziative così coinvolgenti.
Terme di Curinga